Cosenza

Cosenza

Things to do - general

Cosenza

Cosenza, with a territory of 6 650 km², is the largest province of Calabria, the fifth province in Italy by extension. With 713,095 inhabitants, it is also the most populous province of Calabria, having however, a population density of only 110.44 inhabitants per km².
The territory of Cosenza is rather varied, characterized by a prevalence of mountains and hills in spite of flat areas, but with large stretches of coastline, and is divided into 155 municipalities. It houses the main centers and scientific and cultural institutions of Calabria, and is located at Arcavacata di Rende the University of Calabria, the first and largest university campus in Italy, as well as the first and most important university in the region.
The most important seaside resorts are: Praia a mare, Diamante, Belvedere Marittimo, Scalea, Cetraro, Paola, Fuscaldo, Fiumefreddo Bruzio and Amantea on the Tyrrhenian coast, Trebisacce, Rossano-Corigliano, Mirto and Cariati on the Ionian coast. The cultural and religious urban centers in the internal areas are: Mormanno, Castrovillari, Rocca Imperiale, Morano Calabro, Altomonte, Acre, San Giovanni in Fiore, San Marco Argentano and Bisignano. The most important mountain tourist resorts are: Camigliatello Silano, Lorica, Fago del Soldato and Silvana Mansio.
To visit:
• Duomo di Cosenza is one of the best known and particular sacred buildings in Southern Italy; from October 12th 2011 it became “Heritage of a UNESCO World Heritage Culture”. The building is located in Piazza Duomo, the old Piazza Grande, once a barycentre of Cosenza nineteenth-century witness of all sorts of events that characterized the life of the city.
Free admission; opening: SMTWTFSS; winter time: 8.00 – 12.00 / 15.30 – 19.00 – summer time: 8.00 – 12.00 / 16.30 – 20.00
• Villa Rendano
• The Swabian castle, built as a fortress, towers over the Pancrazio hill with the Swabian castle. Built by the Saracens certainly on the ruins of the ancient fortress Bruzia, it was revised by Roger II in 1130, but, just 54 years later, the fatal earthquake of 1184 made it completely uninhabitable.
• Santuario del Santissimo Crocifisso, dating back to 863, repeatedly remodeled architecturally and stylistically, up to its current form; it is the convent of the friars minor of Cosenza
• Norman-Swabian Castle, located on the Pancrazio hill, hill overlooking the whole historic center of the city bruzia; the castle has undergone many changes over the centuries;
• Interactive museum of computer archeology
• National Gallery, located in Palazzo Arnone, the historic palace of Cosenza; it is an art gallery that houses works of the sixteenth and seventeenth centuries, while part of the museum is used for temporary exhibitions and galleries, species of contemporary art;
• Corso Telesio, the main artery of the ancient city of Cosenza, which has its roots in the sixteenth century Via dei Mercanti because it is the place of commerce. In fact, on its way each square and every street derives its name from the activity that once took place there (Piazza Piccola, Piazza delle Egori, Via degli Orefici, Piazza degli Speziali and Piazza dei Mercanti, just to name a few). Later he assumed the current name to celebrate the figure of Bernardino Telesio, a 16th century Cosentino philosopher and author of the famous De rerum natura iuxta its own principia.
• ARCHAEOLOGICAL EXCAVATIONS – Piazza A. Toscano – tel. and fax 0984.813806;
Free admission; opening: always usable
This outdoor archaeological site collects various remains of ancient buildings dominated by a modern structure built in steel and crystal, partly paved in polished and partly in polished crystal, to reveal interesting findings that testify the stratifications of four epochs : Renaissance, Medieval, Roman, Brettia.
• WALL IN OPUS RETICULATUM AT THE CONVENT OF S. FRANCESCO D’ASSISI
Via Grotte di S. Francesco
Section of walls in a reticulated construction technique belonging to the upper part of the city walls of the Roman imperial age.

Sports & nature

Cosa fare:
• Pista ciclabile nel centro di Cosenza
Sport praticabile: è il trekking, l'ideale tra valli e percorsi naturali da favola, immersi nella natura e nella bellezza sia della fauna che della flora locale. Per i turisti spericolati, un'esperienza da non perdere è fare rafting scendendo lungo il corso del fiume, con un gommone, appunto chiamato raft, e lasciarsi portare dalla corrente del corso d'acqua stesso, tenendo la direzione con una pagaia. L'escursione dell'ambiente montano può essere fatta preferendo un mezzo più comodo e meno sportivo, come l'uso di un quad, uno speciale motore che può essere guidato su pendenze e su terreni montuosi, raggiungendo comodamente tutti i punti d'interesse.
Parco nazionale di pollino Il territorio del Parco comprende in tutto 56 comuni, 32 nella Calabria (provincia di Cosenza) e 24 nella Basilicata (22 nella provincia di Potenza e 2 nella provincia di Matera). Il Parco Nazionale Del Pollino è la più grande area protetta di nuova istituzione in Italia. Tra le vette del Dolce dorme e di Cozzo del Pellegrino e gli orizzonti che si disegnano sulle acque del Tirreno e dello Jonio, lungo il massiccio montuoso calabro-lucano del Pollino e dell'Orsomarso, la Natura e l'Uomo intrecciano millenari rapporti che il Parco Nazionale del Pollino, istituito nel 1993, conserva e tutela sotto il suo emblema, il pino loricato.
• Civita venne fondata nel 1467 da famiglie Albanesi sulle rovine di un abitato preesistente. Il tessuto urbano non possiede monumenti notevoli .I più importanti sono: il Palazzo Ducale, ,le maestose Fontane, il Ponte del Diavolo. La parte più antica del paese (rione S. Antonio) presenta una struttura medioevale, fatta di vicoli strettissimi, la cui caratteristica peculiare è l'andamento "circolare" degli stessi che si affacciano nelle piazzette (shëshë), nella bella stagione sono percorsi da turisti in cerca di emozioni, profumi suoni e scorci unici. Aggirandoci per i vicoletti del centro storico se ne vedono molti anche se il numero si è ridotto in seguito alle ristrutturazioni effettuate sugli edifici,ma sicuramente offrono uno spettacolo davvero unico,con la loro struttura consolidata nel tempo,resistono alla storia e al vento di tramontana del Pollino.
• Interessanti esempi di archeologia industriale : la vecchia Filanda e i vari Mulini ad acqua, costituiti da un originale sistema a pala orizzontale.
• Il Ponte del Diavolo ad un'unica arcata sul Raganello,costituisce un’ardita opera di ingegneria e un ottimo posto di osservazione, risalente al 1500 ,a causa del punto impervio in cui sorge, e degli scarsi mezzi di cui si disponeva un tempo, alla fantasia popolare dovette apparire impossibile che a costruirlo fosse stato l’uomo per cui se ne attribuì la sua realizzazione al diavolo.
• La Chiesa di Santa Maria Assunta la cui costruzione risale alla metà del 1600, è situata nella piazza del paese. Inizialmente fu chiamata Chiesa Nuova in quanto prima della sua costruzione i fedeli praticavano il culto nelle numerose cappelle presenti nel paese.

Sports and nature image

Nightlife

• La città è animata dal tardo pomeriggio lungo il suo cuore, Corso Mazzini, su cui sono presenti diversi bar, caffetterie e, negli ultimi anni, Piazza 11 Settembre è diventata una piacevole tappa per una chiacchierata e una sosta lungo la passeggiata attraverso le opere del Mab e lo shopping.
• Nella seconda parte della serata, i pub e i locali del centro storico ospitano eventi di vario genere: dal party con dj set, con appuntamenti diversi a seconda de giorno della settimana, a concerti jazz e di musica dal vivo.
• Durante il periodo estivo, la movida cosentina è tutta all’aperto: i locali della città si trasferiscono sul Lungofiume Boulevard dove da Giugno a Settembre ogni serata prevede eventi live importanti e dj set.

Nightlife image

History & Cutlure

Cosenza è una provincia italiana della Calabria. Con un territorio di 6 650 km², è la più estesa provincia calabrese, la quinta provincia in Italia per estensione. Con 713 095 abitanti, è inoltre la provincia della Calabria più popolosa, avendo però, una densità abitativa di soli 110,44 abitanti per km².

Culture and history image

Unfortunately there are no accommodations at this location at the moment.

Tour of the Calabrian villages

Tour of the Calabrian villages

Altomonte, Diamante, Amantea, Fiumefreddo Bruzio, Belmonte Calabro, Cosenza, Paola, Morano Calabro
Tour of the Calabrian villages (6 days/5 nights) (the following program is purely indicative, and ca More info
Tour the Byzantine Calabria: Rossano and the upper Ionian

Tour the Byzantine Calabria: Rossano and the upper Ionian

Sibari, Corigliano-Rossano, Cosenza
THE BYZANTINE CALABRIA: BISANZIO AND THE GREEK-ORTHODOXIC FAITH IN CALABRIA “The fortunate geographi More info

Unfortunately there are no cruise offers at this location at the moment.

Unfortunately there are no car rental offers at this location at the moment.