Cariati Marina

Cariati Marina

Cose da fare - generale

Cariati

Cariati è un comune di 8.626 abitanti in provincia di Cosenza. È una cittadina della Calabria ionica e si trova a metà strada fra le città di Sibari e Crotone.
Cariati possiede un caratteristico centro storico molto ben conservato, per le cui stradine tortuose si respira aria d’altri tempi. Chi vi giunge, in macchina o a piedi, da una delle diverse strade di accesso indicate dalla segnaletica turistica, rimane subito impressionato nel vedere che il paese è ancora interamente cinto da poderose mura inframmezzate, di tanto in tanto, da massicci torrioni.
La cattedrale: La chiesa venne costruita nel V secolo e fu riedificata, sotto l’episcopato di monsignor Nicola Golia nel 1857, ad opera di Carmine Ruggiero.
La facciata è preceduta da un porticato, dal quale si erge il campanile, costruito successivamente. La cupola è rivestita con mattonelle di maiolica policrome.
L’interno presenta tre navate, separate da massicce colonne ioniche, disposte in coppia.
Chiesa degli Osservanti: La chiesa venne costruita nel 1441 per volere di Bonaccorso Caponsacco.
Dista poche centinaia di metri dalle mura del Borgo. È un’opera di architettura monastica in stile “tardo-gotico” e conserva un’abside quadrangolare.
Il portale di ingresso all’edificio è a forma ogivale in pietra. La cupola si presenta a costoloni rivestiti con mattonelle di maiolica policrome.
Borgo: sulla riva del mare, accessibile da più punti ma con l’attuale accesso principale costituito da Porta Pia. Il primo nucleo dell’attuale centro storico sorse come luogo strategico fortificato in età bizantina, fra il IX e il X secolo.
La cinta muraria fu fortificata quando la cittadina era un feudo della famiglia Ruffo. La lunghezza completa del perimetro è di circa un chilometro, inframmezzata da otto torri.
Tomba Brettia: La sepoltura è costituita da una tomba a “camera sotterranea”, sita su una collina a ridosso del mare in località Salto, facilmente raggiungibile dalla statale 106.

Storia e cultura

Diverse sono le versioni sulle origini del nome della cittadina. Potrebbe derivare da caterina (o Carina), cioè grazia, città bella e graziosa. In alternativa è possibile che il nome derivi da un'originaria denominazione "Cariatide Diana", legata ad una località sacra a Diana. Nel X secolo è attestato il nome Korion, che deriverebbe dal greco Curuai (abitanti della greca Carie). Un'ultima ipotesi si collega al fatto che in origine Cariati era situato nella piana ove attualmente sorge la frazione di Santa Maria; poiché era spesso oggetto di attacchi saraceni ad opera di Khayr al-Dīn Barbarossa, gli abitanti furono costretti a spostarsi dalla marina all'attuale posizione: dal trasporto sui carri deriverebbe il nome di "Carriati", da cui a sua volta deriverebbe il toponimo.

Cultura e Storia immagini
Corte dei Greci Resort & Spa

Corte dei Greci Resort & Spa

Cariati Marina
La Corte dei Greci Resort é inserito in un profumato parco naturale di 23 ettari che si estende fino Maggiori informazioni

Sfortunatamente, al momento in questa località, non ci sono tour disponibili.

Sfortunatamente, al momento in questa località, non ci sono crociere disponibili.

Sfortunatamente, al momento in questa località, non ci sono auto disponibili.