Copanello di Stalletì

Copanello di Stalletì

Cose da fare - generale

Copanello di Stalletì

Copanello è una frazione del comune di Stalettì in provincia di Catanzaro, situata lungo la costa jonica della provincia calabrese a sud del capoluogo. Si menziona spesso in quanto è una delle tante rinomate località balneare del mare Ionio. Si suddivide in Copanello alta, Copanello lido e Santa Maria del Mare. Situata al centro del Golfo di Squillace, sul quello splendido tratto di costa detto Costa degli Aranci o Costa dei Saraceni, l’intero territorio di Copanello è caratterizzato da colline lussureggianti della tipica flora e fauna mediterranea e da promontori di granito bianco che digradano dolcemente verso il mare, creando arenili di sabbia fine, mista a enormi scogliere granitiche perforate in alcuni punti da grotte in cui si insinua il mare, la più famosa delle quali è quella di San Gregorio, tra Copanello e la vicina frazione Caminia. La costa di Copanello è estremamente suggestiva, specie al momento dell’alba, quando i primi raggi solari, investendola di luce, creano uno spettacolare paesaggio surreale. A tratti la costa si articola in una spiaggia molto ampia e pittoresca, sempre ventilata da una leggera brezza rinfrescante, caratterizzata da un litorale di sabbia dorata o bianca, intervallata periodicamente dalle suggestive scogliere che sembrano ricordare la Costiera Amalfitana. Il mare è azzurro e con sfumature turchesi, ideale per nuotare, fare il bagno e con condizioni eccellenti per gli appassionati di snorkeling. Ma queste stesse acque sono inoltre meta prediletta per le immersioni: una volta lasciata la spiaggia, si scopre un nuovo mondo; in una profondità tra gli 0 m e i 10 m è possibile esplorare un fondale sabbioso, con scogli che formano in alcuni punti passaggi ad arco e sifoni. Stupenda la fauna marina: tra la soffice sabbia è possibile scorgere bei cerianti e stupende conchiglie, gli scogli e le rocce sono spesso ricoperti di alghe brune, code di pavone, spugne dai colori vivaci e ricci. Negli anfratti sottomarini si nascondono molte stelle serpentine e fra le pietre si muovono veloci bavose e cernie. Il tutto è attorniato da banchi di castagnole, occhiate, saraghi e cefali, senza dimenticare triglie e tracine che si aggirano, anch’essi, sulla sabbia. Talvolta, così almeno si racconta sul posto, è possibile scoprire vari frammenti e reperti di epoca antica.

Sport e Natura

Il mare è azzurro e con sfumature turchesi, ideale per nuotare, fare il bagno e con condizioni eccellenti per gli appassionati di snorkeling. Ma queste stesse acque sono inoltre meta prediletta per le immersioni: una volta lasciata la spiaggia, si scopre un nuovo mondo; in una profondità tra gli 0 m e i 10 m è possibile esplorare un fondale sabbioso, con scogli che formano in alcuni punti passaggi ad arco e sifoni. Stupenda la fauna marina: tra la soffice sabbia è possibile scorgere bei cerianti e stupende conchiglie, gli scogli e le rocce sono spesso ricoperti di alghe brune, code di pavone, spugne dai colori vivaci e ricci.

Sport e Natura immagini

Storia e cultura

Meta di villeggiatura fin dal primo dopoguerra, ospita nel suo territorio numerose testimonianze archeologiche di epoca tardo-romana, come i resti della piccola cappella triabsidata di S.Martino, unica vestigia paleocristiana calabra, per molto tempo identificata come la tomba di Cassiodoro personaggio storico originario della vicina Squillace, il museo naturalistico Libero Gatti, le vasche di Cassiodoro (un antico sito romano di acquacoltura) e la Rotonda sul mare che ispirò il cantante Fred Bongusto nella composizione del testo dell'omonima canzone. Notevoli le altre testimonianze archeologiche, dalla chiesa di Santa Maria Vetere ai resti del castrum bizantino, dall'antica via romana che si ricongiunge alla via Grande di Stalettì, alla Fontana di Cassiodoro attigua al Casino Pepe, già antico ninfeo romano e successivamente cristianizzata all'epoca di Gregorio Magno e da non confondersi con la fonte Arethusa citata dallo stesso Cassiodoro. Questo tralasciando le testimonianze più recenti, dal casino Pepe, che parrebbe essere stato costruito sul luogo in cui sorgeva il Vivarium, ai bunker di piccole e medie dimensioni costruiti dagli italo-tedeschi durante la seconda guerra mondiale.

Sfortunatamente, al momento in questa località, non ci sono strutture disponibili.

Escursione della Costa Ionica in gommone

Escursione della Costa Ionica in gommone

Badolato, Golfo di Squillace, Sant’Andrea dello Jonio, Soverato, Copanello di Stalletì, Montepaone Lido
Escursione della Costa Ionica in gommone Offriamo l’opportunità di visitare la meravigliosa costa jo Maggiori informazioni
Golfo di Squillace in Yatch

Golfo di Squillace in Yatch

Golfo di Squillace, Squillace, Soverato, Squillace Lido, Copanello di Stalletì, Montepaone Lido
Lasciati trasportare dalle dolci onde del mar Ionio, tuffati nel bel mezzo del golfo di Squillace e Maggiori informazioni

Sfortunatamente, al momento in questa località, non ci sono crociere disponibili.

Sfortunatamente, al momento in questa località, non ci sono auto disponibili.