Grisolia

Grisolia

Cose da fare - generale

Grisolia (Grìsulia in calabrese, Chrysùlea in greco bizantino) è un comune italiano di 2.223 abitanti della provincia di Cosenza, facente parte del Parco nazionale del Pollino. Inoltre, il comune si affaccia sulla costa tirrenica dell’alto Tirreno della Calabria.

Curiosa è la sua posizione geografica, infatti è arroccato su un colle ed è separato dal vicino abitato di Maierà da un burrone (i due paesi distano solo 900 metri[1] in linea d’aria).

Ben noto centro balneare, Grisolia si trova al centro della Riviera dei Cedri con la sua felice posizione a 450 m di altezza. Inoltre fa parte del Parco nazionale del Pollino per oltre 33.300 ettari dove si trova la vetta del Monte La Mula 1910 m s.l.m., la più alta raggiunta da un comune italiano con sbocco al mare.

È un’area ad alta biodiversità dove i castagni secolari (castagno del ramarro) ne sono i simboli. La presenza del capriolo autoctono e del lupo appenninico, sono i caratteristici simboli faunistici del territorio montano; sui costoni del La Mula, il Pino Loricato, simbolo del Pollino, ne impreziosisce la biodiversità. Inoltre in Località Pantanelli è presente un’area attrezzata e una sorgente.

Il territorio comunale risulta essere molto eterogeneo, estendendosi dal Litorale sul Mar Tirreno, dove è posta la frazione Acchio, alla vetta del Monte La Mula, posta oltre quota 1.910 m s.l.m.

Il paese presenta tre nuclei abitativi: la zona nuova o lido a ridosso del mare, la zona intermedia presso la stazione ferroviaria o zona marina ed il nucleo del centro storico.

 

Provincia Cosenza

Storia e cultura

Centro di origine medioevale, il cui nome, secondo alcuni studiosi potrebbe essere derivato dal greco Chrousolea o dal latino Chrisena, che in entrambi i casi significa oro. Non è bene certo se si riferisce alla particolare fertilità delle sue terre o se invece veramente c'era la presenza di miniere d'oro.

La  Festa di San Rocco
Grisolia è ricca di tradizioni che si tramandano di generazione in generazione. La più importante, che si conserva in modo originale è la processione di San Rocco di Montpellier, che cade il 16 agosto. Oltre alla rituale banda, molte donne, spesso a piedi nudi, seguono il santo in doppia fila portando sulla testa le famose caggie (strutture di legno bucate in cui vengono infilate tante candele ed adornate con fiori variopinti e nastri). Sono ex voti che vengono offerti al santo miracoloso. Durante la processione che viene svolta il 15 e 16 agosto, le strade si abbelliscono con nastri e coperte con l'effigie del santo, in modo da essere benedette al suo passaggio. Inoltre le donne con le caggie cantano canzoni devote a San Rocco, molto suggestive.

Hotel San Gaetano

Hotel San Gaetano

Grisolia
L’HOTEL SAN GAETANO: di nuova gestione , direttamente sul mare e circondato da palme ed ulivi, è sit Maggiori informazioni

Sfortunatamente, al momento in questa località, non ci sono tour disponibili.

Sfortunatamente, al momento in questa località, non ci sono crociere disponibili.

Sfortunatamente, al momento in questa località, non ci sono auto disponibili.